PANDORO con CREMA al MASCARPONE e CIOCCOLATO


An italien Pandoro cake. Side view with cut

An italien Pandoro cake. Side view with cut (Photo credit: Wikipedia)

Ingredienti

1 pandoro

500 g di mascarpone

10 uova

200 g di zucchero

scaglie di cioccolato

2 cucchiai di rum (facoltativo)

 

Preparazione:

Per la crema di mascarpone: separare i tuorli dagli albumi. Sbattere a neve ben ferma questi ultimi. Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e aggiungere il mascarpone. Infine aggiungere gli albumi a neve e se gradito il rum. Far riposare in frigo fino al momento di servire.

Grattugiare a scaglie preferibilmente grosse il cioccolato fondente. Tagliare a stelle il pandoro (quindi orizzontalmente ogni 2-3 cm) e cospargere le fette ottenute con la crema e il cioccolato.

CRISTINI AL MISTO DI PESCE


 

Ingredienti per 4 persone:

100 gr di CALAMARI

200 gr di SEPPIE

200 gr di GAMBERETTI sgusciati

200 gr di polpa di VONGOLE

5 cucchiai di OLIO extravergine d’oliva

4 cucchiai di PREZZEMOLO tritato

4 spicchi d’AGLIO tritati

4 POMODORI pelati, ridotti in piccoli pezzi

fette di PANE casereccio

SALE, PEPE macinato fresco q.b.

 

PREPARAZIONE:

Lavate i vari tipi di pesce e riduceteli in piccoli pezzi. Lavate cozze e vongole e sistematele in una zuppiera coperta.

In un’ampia padella antiaderente fate soffriggere nell’olio il trito di prezzemolo e aglio per 5 minuti a fiamma bassa; unite i gamberetti, i calamari e le seppie e proseguite la cottura per 12 minuti. Aggiungete i pomodori e lasciate cuocere per altri 5 minuti.

Aggiungete le vongole e le cozze, salate, pepate e fate insaporire ancora per qualche minuto.

 

Spegnete il fuoco. Lasciate a parte alcuni gamberetti e molluschi per decorare i crostini prima di servire. Trasferite il resto nel mixer e frullate. Spalmate l’impasto sulle fette di pane, tostate in forno a 200°C per alcuni minuti.

Disponete i crostini su un piatto da portata, decorate e servite.

 

POLPO CON PATATE


Ingredienti:

 Per la cottura

Aceto di vino bianco: 1 cucchiaio

Alloro: 3 foglie

Carote: 1

Cipolle:1 piccola bianca

Ginepro: qualche bacca

Patate:8 da 120 gr circa l’una

Polpo:1 da 1 kg

Sedano:1 costola

Per condire

Aglio: 1 spicchio

Olio extravergine oliva a piacere

Pepe nero macinato:  q.b.

Prezzemolo tritato: un grande ciuffo.

 

PREPARAZIONE:

Per preparare l’insalata tiepida di polpo e patate iniziate mettendo sul fuoco una pentola capace con al suo interno dell’acqua e le verdure mondate(carota, sedano, cipolla), l’alloro, il ginepro, l’aceto e il sale, portate quindi a bollore.

Se il polpo da voi acquistato non è stato pulito, dovrete farlo voi, aprendo la sacca lateralmente e svuotandola.

Utilizzando delle forbici o un coltellino dalla punta affilata, togliete gli occhi e il dente; lavate il polipo molto bene sotto l’acqua corrente per eliminare ogni residuo di sabbia, specialmente tra le ventose dei tentacoli.

Non appena l’acqua con gli aromi bollirà, tenendo il polpo dalla testa, immergete e togliete i suoi tentacoli dall’acqua bollente per 3 o 4 volte, affinché si arriccino e si ammorbidiscano nel contempo.

Immergete poi completamente il polpo , abbassando il fuoco al minimo e coprendo con un coperchio la pentola, lasciatelo cuocere per circa 40 minuti (circa 20 minuti per ogni 500 gr di polipo), e comunque verificatene la cottura prima di spegnere il fuoco.

Trascorsi 25 minuti, lavate e spazzolate bene le patate, quindi immergetele intere e con la buccia nella pentola con il polpo, e terminate la cottura (altri 15 minuti circa).

A cottura avvenuta, tramite una pinza, togliete il polpo dalla pentola, e ponetelo su di un tagliere, dove lo farete a pezzetti; togliete dalla pentola anche le patate, poi sbucciatele e tagliatele a metà per il lungo, poi ancora a metà ed infine a quadretti piuttosto grossi, che porrete in una ciotola.

Unite quindi anche il polpo a pezzetti, e condite con olio, prezzemolo tritato, aglio schiacciato, pepe e sale.

Servite l’insalata tiepida di polpo e patate immediatamente (di questo modo risulterà ancora tiepida) o se piace, anche fredda.

…ECCO A VOI IL PRIMO ANTIPASTO DEL MIO MENU’ DI NATALE

Spaghetti all’astice e pomodorini


Ingredienti per 2 persone:

1 astice da 500 grammi in sù

220 grammi di vermicelli o linguine

500 grammi di pomodorini ciliegino o datterino

Prezzemolo

Olio extra vergine

Sale e pepe

Procedimento:

Preparare in una padella il soffritto con aglio e olio e lasciarlo rosolare a fiamma bassa, sollevare la padella per far si che l’aglio sia completamente immerso così da rilasciare tutti gli oli essenziali senza bruciare.

Aggiungere i pomodorini e alzare la fiamma al massimo. Lasciare cuocere per 4-5 minuti senza aggiungere liquidi, salare pepare e mettere da parte.

Una volta pulito e tagliato a metà l’astice, mettere un’altra padella sul fuoco con olio e aglio e farlo soffriggere con la parte della polpa verso il basso, in modo tale da far tirare fuori tutti i succhi, sfumare con il vino bianco e appena evaporato aggiungere un mestolo d’acqua bollente, il sale ed il pepe.

Far proseguire la cottura per altri 4 minuti.

A questo punto rigirare i carapaci e aggiungere la salsa di pomodorini.

Lasciare  insaporire il tutto.

Buttare la pasta in abbondante acqua bollente salata, e poco prima di scolarla togliere  l’astice e finire di cuocere la pasta in padella, aggiungendo infine un’abbondante dose di prezzemolo.

Per un astice di 500 grammi circa la cottura ideale non deve superare a mio parere gli 8-10 minuti, eccezione a volte per le chele, che se di grandi dimensioni può volerci qualche minuto in più, dato che la carne non cuoce a contatto con la padella ed è protetta dalla parte più dura di tutto il carapace.

 

Baccalà scottato su crema di ceci e pomodorini secchi


ngredienti:

Baccalà dissalato
Ceci in scatola
Pomodorini secchi
Prezzemolo
Olio extra vergine
Sale e pepe
Rosmarino e salvia

Procedimento:

Far soffriggere uno spicchio d’aglio con l’olio, il rosmarino e la salvia a fuoco basso facendo attenzione a non bruciare le erbette. Una volto pronto il soffritto, eliminare gli odori e versarci dentro i ceci scolati del loro liquido di conservazione e far rosolare anch’essi nell olio. Appena prendono calore aggiungere dell acqua bollente e cuocere per cinque minuti ancora.
Frullate con il mini pimer e regolate di sale e pepe (non salate mai eccessivamente tenendo conto che il baccalà è sempre molto sapido e la purea di ceci ha proprio il compito di smorzare il sapore deciso del pesce).
Pulire il baccalà privandolo delle spine e ricavare dei bocconcini di uguali dimensioni, e far cuocere in padella antiaderente con un filo d’olio.
Impiattate servendo tutto caldo e aggiungendo un pezzetto di pomodorino secco, del prezzemolo tritato e un giro d’olio extra vergine.

Calamaro ripieno


Food and wine pairing at the fine dining resta...

Food and wine pairing at the fine dining restaurant, The Flute, in downtown Mumbai. (Photo credit: Wikipedia)

Ingredienti per 2 calamari ripieni:
 
2 calamari di media grandezza
Pan grattato
1 uovo
10 pomodorini
Pinoli
2 fette di pan carre (tipo bauletto o mollica di pane casereccio)
1/2 bicchiere di latte
Prezzemolo
Vino per sfumare
Sale e pepe
Procedimento:
Pulite i calamari con delicatezza facendo attenzione a non forarli altrimenti

non saranno più utili per la ricetta (in questo caso per motivi di estetica ho lasciato le ali che di solito uso per il ripieno insieme alla testa).

Per il ripieno: eliminate il becco del mollusco dalla testa e tritate tutto finemente al coltello, sia le teste che le ali.
In una padella fate soffriggere aglio e olio, cucinate il trito, sfumatelo con il vino quando si sarà colorato; regolate di sale e pepe e fate cuocere per altri 5 minuti per poi lasciarlo raffreddare.
In un’altra padella cominciate a preparare la salsa di pomodorini facendo sempre prima soffriggere aglio e olio e poi aggiungendo i pomodorini (aiutatevi con un po’ di passata se preferite che la salsa sia più rossa).
Una volta intiepidito, versate il composto (le teste e ali) in una ciotola, unite le fette di pan carré tagliate a cubetti (se utilizzate la mollica del pane casereccio sarà necessario ammollarla un po’ nel latte tiepido, se utilizzate il pan bauletto potete inserirlo a secco eliminando le parti esterne), il prezzemolo, i pinoli ed il pan grattato. Assaggiate il composto per controllare la sapidità, aggiungeteci l’uovo, mescolate il tutto ricavandone un composto non troppo lento e se necessario aggiungete ancora pan grattato.
Riempite i calamari con l’aiuto di un cucchiaio o, se preferite, utilizzando una sacca da pasticcere che, sicuramente, vi agevolerà l’operazione se dovrete riempirne tanti.
Farcite il mollusco fino a tre quarti della sua capacità (durante la cottura il calamaro tende a restringersi ed il composto tende a gonfiarsi), infine chiudete con uno stuzzicadenti.
Adesso fate soffriggere in una padella antiaderente aglio e olio e fate rosolare i calamari per un paio di minuti, sfumate con il vino e una volta evaporato aggiungete la salsa di pomodorini e un mestolo di acqua.  Lasciate cuocere per 15 minuti circa.
Se vi rimane della farcia aggiungetene un cucchiaino alla salsa, darà più sapore e consistenza al sughetto, oppure congelatela per la prossima volta.

Il mio Menù di Natale


ANTIPASTI:

– polpo con patate;

-cocktail di scampi;

– crostini al misto di pesce.

PRIMI:

-passatina di ceci e gamberi;

-gnocchetti alla crema di asparagi e scampi

SECONDI PIATTI:

– catalana di crostacei con verdura e frutta;

– branzino in crosta di sale

DESSERT:

– pandoro con crema di mascarpone.

 

Tra alcuni giorni le ricette una per una….

Sformatini di spinaci con fonduta di formaggio


Ingredienti per 4 persone :
Per la fonduta:
150 gr di Fontina
200 ml di Latte
2 tuorli, burro.
Per gli sf0rmatini:
400 gr di spinaci
200 ml di latte
2 uova
parmigiano
farina
noce moscata
sale
pepe
aglio
PREPARAZIONE:
Tagliuzzare la fontina a fette e la lasciarla a riposare nel latte per un paio di ore.
Una volta lasciata riposare,  aggiungere il burro al composto di latte e formaggio e farli scaldare in un pentolino sul fuoco a fiamma bassissima.
Aggiungere anche  2 tuorli avendo cura di continuare a mescolare.
Iniziare a preparare gli sformati.

Fare bollire gli spinaci in acqua bollente salata, poi metterli a cuocere in padella con poco olio e spicchi di aglio.
In un pentolino a parte preparare la besciamella  (burro, farina, latte, sale, noce moscata).
Unire alla besciamella gli spinaci appena saltati, le uova, una spolverata gli parmigiano reggiano, un pizzico di sale e di pepe. Infine passare tutto il composto al mixer e versare nelle formine.
Mettere il tutto in forno a 180° per una ventina di minuti.

Conchiglioni ripieni di funghi, prosciutto e besciamella


Deutsch: Parmigiano Reggiano in der Markthalle...

Deutsch: Parmigiano Reggiano in der Markthalle Stuttgart (Photo credit: Wikipedia)

Ingredienti

Aglio 2 spicchi

Funghi champignon 500 gr

Olio extravergine di oliva 1/2 bicchiere

Parmigiano Reggiano grattugiato 100 gr

Pasta conchiglioni rigati 300 gr

Pecorino grattugiato 50 gr

Prezzemolo tritato 2 cucchiai

Prosciutto cotto a dadini 125 gr

Sale q.b.

Zucchine 2

Ingredienti besciamella

Burro 100 g

Farina 100 g

Latte 1 litro

Noce moscata un pizzico

Sale un pizzico

PREPARAZIONE

Per prima cosa mondate i funghi e sminuzzateli (a cubetti di 1 cm di lato) utilizzando un coltello (fate la stessa cosa con le zucchine.

In un tegame ampio tritare finemente gli spicchi d’aglio e farlo soffriggere senza farlo bruciare in 8 cucchiai d’olio, aggiungere gli champignons puliti e tagliati  e fateli cuocere a fuoco vivo.

Al termine della cottura aggiungete il prezzemolo tritato.

Nel frattempo preparate la besciamella.

In un altro tegame fate saltare i cubetti di prosciutto con le zucchine tagliate a pezzettini e due cucchiai di olio, fino a che le zucchine non si saranno intenerite.

In un frullatore mettete i funghi (tranne 3-4 cucchiai che terrete da parte), le zucchine, il prosciutto, metà besciamella, 50 gr di parmigiano reggiano e 50 gr di pecorino grattugiati.

Frullate alla minima velocità per pochissimi istanti,in modo da ottenere un composto dove i pezzi di funghi o zucchine rimangano visibili ma non eccessivamente grossi (tipo ragù).

Nel frattempo lessate i conchiglioni, scolateli quando saranno molto al dente e metteteli sotto un getto di acqua fredda per fermare la cottura, poi versatevi sopra un filo di olio e mescolateli per far si che non si attacchino fra loro. Riempite i conchiglioni con il composto ottenuto, aiutandovi con un cucchiaio e adagiateli uno vicino all’altro in una teglia oliata; riempite con i conchiglioni ripieni tutta la teglia, poi unite i funghi tenuti da parte alla besciamella rimasta (se fosse diventata troppo compatta aggiungete qualche cucchiaio di latte per renderla più liquida) e con la crema di besciamella e funghi ottenuta, ricoprite i conchiglioni, poi spolverizzateli con il restante parmigiano reggiano grattugiato e poneteli in forno sotto il grill qualche minuto, giusto il tempo di ottenere una bella crosticina dorata (10 minuti circa).

Servite i conchiglioni ripieni immediatamente.

 

Dischetti di sfoglia con crema di mascarpone e frutta fresca


Mascarpone

Mascarpone (Photo credit: DavidErickson)

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 50 gr di marmellata di albicocca
  • per la crema al mascarpone:
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 150 gr di mascarpone
  • frutta fresca qb

Procedimento:

  1. Ricavare 8 dischi di pasta sfoglia utilizzando un coppapasta o un bicchiere per ritagliarli.
  2. In metà dei dischi realizzati, ritagliare un cerchio interno con una formina più piccola.
  3. Disporre un cerchietto piccolo sopra ad ogni disco in una placca con carta forno.
  4. Spennellare la pasta con l’uovo sbattuto e spolverizzare con zucchero.
  5. Farcire l’interno con un leggero strato di marmellata di albicocca (o altro gusto a piacere).
  6. Cuocere per circa 10 minuti in forno a 180 gradi.
  7. Per la crema, sbattere il tuorlo con lo zucchero.
  8. Aggiungere il mascarpone e mescolare con la frusta per ammorbidire bene il tutto.
  9. Montare l’albume a neve ed incorporarlo delicatamente alla base della crema.
  10. Sfornare i vol au vent e farcirli con la crema al mascarpone e frutta fresca tagliata a pezzettini

Voci precedenti più vecchie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: